Agile HR: 4 principi guida per co-creare valore in un mondo in trasformazione | NTT DATA

mar, 15 novembre 2022

Agile HR: 4 principi guida per co-creare valore in un mondo in trasformazione

La Great Resignation e l’ingresso delle nuove generazioni nel mondo del lavoro stanno mettendo le aziende di fronte a un fondamentale cambio di paradigma. Scopriamo insieme come affrontarlo mettendo al centro le persone e il loro benessere.

A cura di Cristina Paternoster, Head of Behavioral Analysis & Envisioning Models CoE, Cinzia Falcetta e Francesca Vinci, Business & IT Advisor

La visione, le motivazioni, le modalità e l’approccio al lavoro sono in profonda trasformazione non solo a causa della pandemia che ha messo a dura prova tantissimi business, ma anche per l’ingresso delle nuove generazioni nel mondo del lavoro, che sta portando con sé nuove aspettative ed esigenze.  
Segnali evidenti di disaffezione al lavoro e, più in generale, di insoddisfazione da parte degli individui nelle organizzazioni, erano presenti già prima della pandemia, ma oggi il fenomeno della “Great Resignation”, ossia “le Grandi Dimissioni”, è in forte aumento e sempre più persone stanno lasciando volontariamente il proprio lavoro alla ricerca di migliori opportunità, benefici, condizioni e politiche lavorative. Secondo Gallup, il costo globale del disengagement dei lavoratori ad oggi si aggira intorno agli 8,1 trilioni di dollari
Un contesto di questo tipo mette le organizzazioni di fronte alla necessità di attuare importanti cambiamenti strutturali e culturali.
Da un lato, la pandemia ci ha portato a riflettere sui noi stessi e ridefinire le nostre priorità, il nostro “purpose in life”, i nostri valori, sia personali che professionali, ponendo sempre più attenzione alle tematiche di well-being, mental health e work-life balance. Dall’altro, la nuova generazione dei Millennials, o Generazione Y, si sta facendo spazio nel mondo del lavoro ed entro i prossimi cinque anni ne caratterizzerà quasi il 70-75%. Secondo diverse ricerche, a causa dei continui stimoli, spesso stressanti, cui i Millennials sono sottoposti, questa generazione è alla ricerca di un ambiente di lavoro stimolante, collaborativo, flessibile, trasparente ed efficiente.

Come rispondere a questo nuovo approccio al lavoro?
Per rispondere a queste nuova realtà e a questa “multi-generazionalità” da bilanciare, è necessaria una trasformazione culturale senza precedenti, un cambio di paradigma che percepisca le persone come fonte essenziale di competitive advantage per le aziende, realizzando un passaggio dall’approccio tradizionale di regole e controllo a quello innovativo di autonomia condivisa
Sappiamo quanto sia diventato cruciale per le aziende assicurare una business agility, o un approccio agile, che permetta di rispondere ed adattarsi rapidamente ai cambiamenti esterni, reinventandosi continuamente in modo flessibile e creativo. In questo senso, il mindset Agile propone modelli ed approcci di coinvolgimento attivo dei lavoratori che permettono loro di dare un senso a ciò che fanno. 
In questo cambiamento sono coinvolti non solo il singolo individuo ed i manager, ma anche l’HR Team, il cui supporto è fondamentale per co-creare un nuovo approccio di People Relationship Management (PRM). Trasformando la funzione HR in Agile HR, il ruolo dell’HR Team diventa unico e strategico, sia per diffondere l’”agility” nell’organizzazione, sia per supportare gli individui ed i team nello sviluppo di un mindset Agile. 

In cosa si differenzia l’Agile HR?
L’Agile HR fa riferimento ad una trasformazione che riguarda il modo in cui capacità e talento delle persone vengono ingaggiati, sviluppati e nutriti nel tempo dall’azienda stessa e, più in particolare, dall’HR Team. L’obiettivo dell’Agile HR è di realizzare un approccio più personalizzato e di ascolto, considerando i lavoratori come persone con valori ed ambizioni ben precise e selezionando i candidati in base alle loro qualità, attitudine, valori e capacità di adattamento. Rispetto ai più tradizionali processi HR basati su regole, standard amministrativi e strutture gerarchiche, l’HR agile si fonda su un modello operativo più elastico che auspica ad un maggior coinvolgimento delle persone, gli HR Agile non gestiscono persone, le supportano.
A supporto della funzione Agile HR esiste un modello, il Modern Agile, definito da 4 semplici principi guida:

  • Rendere le persone straordinarie: significa creare un ambiente in cui le persone possano coltivare il proprio talento e dare un contributo di valore all’organizzazione.
  • Rendere la sicurezza un prerequisito: significa creare un ambiente sicuro per poter sperimentare, sbagliare, imparare dagli errori, crescere, evolvere, svilupparsi.
  • Sperimentare e imparare rapidamente: significa garantire le condizioni per un apprendimento continuo; continuare ad imparare e a sperimentare nuove situazioni, anche sbagliando.
  • Consegnare continuamente valore: identificare cosa rappresenta il vero valore per i clienti e consegnarlo rapidamente.

Questo modello Modern Agile diventa determinante per la funzione Agile HR perché indica i principi necessari per la creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo dell’agility organizzativa, dove le persone possono dare concretezza alla propria motivazione attraverso autonomia, maestria e ricerca del significato, di uno scopo del proprio lavoro. Un approccio agile in ambito HR mira a prestare attenzione al singolo individuo, ad aiutarlo ad esprimere le proprie potenzialità, e a promuovere un arricchimento della sua attitudine e mentalità incentivando un paradigma di autonomia condivisa (definito “Quinto Paradigma” nel meraviglioso libro di Fabio Lisca), basato sui principi di delega e responsabilizzazione.  
Diversi studi hanno dimostrato quanto l’efficienza e la produttività di un’azienda sia direttamente proporzionale al livello di soddisfazione e benessere delle sue risorse. L’impegno dell’Agile HR è, infatti, proprio quello di facilitare le persone nel processo di identificazione del lavoro più in linea con le loro aspettative e con le esigenze dell’azienda, fornendo gli strumenti adatti per massimizzare la loro produttività in modo efficace e sereno. A tale scopo, l’Agile HR ha a supporto due strumenti strategici: la segmentazione delle persone in Employee Personas e la definizione dell’Employee Journey Map per ogni individuo. 

Le Employee Personas sono archetipi funzionali di un gruppo di persone con tratti, esperienze e comportamenti simili che offrono al Team HR la possibilità di adottare un approccio personalizzato che faccia sentire il singolo individuo apprezzato, ascoltato e supportato.
L’Employee Journey, invece, definisce un piano di crescita personale “su misura” individuando le esperienze del lavoratore nelle diverse fasi del ciclo di vita professionale e le aree di miglioramento. L’Employee Journey si sviluppa nelle seguenti fasi: Awareness, Onboarding, Performance, Compensation, Growth e Intrapreneurship.  Approfondiremo presto ciascuna fase nella speranza che la conoscenza guidi tutte le organizzazioni, più velocemente, verso questo nuovo paradigma organizzativo. In questo viaggio, NTT DATA può efficacemente supportarvi.


洞察

Related Insights

Vuoi saperne di più?

Scrivici!