Il boom dell’universo E-Sport: dalle tecnologie alle interazioni, la rivoluzione è già partita | NTT DATA

mar, 04 maggio 2021

Il boom dell’universo E-Sport: dalle tecnologie alle interazioni, la rivoluzione è già partita

Gli E-Sport sono una realtà in continua espansione grazie alla capacità di riscrivere le regole del rapporto spettatore-giocatore.

A cura di Ruggero Di Benedetto, Responsabile Consulting di Media, Entertainment & Sport

La pandemia da Coronavirus, che ha chiuso in casa milioni di persone, ha dato una forte accelerata a un settore che era già in crescita ma che nell’ultimo anno ha subito una grande evoluzione: quello degli e-sport, che racchiudono tutte le attività di videogame online che vedono giocatori professionisti gareggiare, singolarmente o in team, all’interno di competizioni internazionali riconosciute ormai al pari di quelle sportive. 
Nel 2020, infatti, questo mercato è stato interessato da una crescita del numero degli spettatori del 10% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 500 milioni di fan. Nei prossimi anni, si prevede un’ulteriore incremento, raggiungendo i 700 milioni nel 2023. Questo si traduce in una crescita dei ricavi del settore, che hanno raggiunto quota 1.1 $ Mld nel 2020, con una crescita previsionale del 15% fino al 2023. 
All’aspetto del gaming, che resta la natura portante di questo mondo, si è affiancato sempre di più un aspetto professionale e competitivo che ha portato questi giochi virtuali a un livello successivo. 
Essi infatti si sono evoluti, da semplici esperienze a livello amatoriale, a delle competizioni di livello professionale ed agonistico, riconosciute in tutto il mondo; in questo contesto, dunque, al ruolo del giocatore professionista si sono affiancate delle figure professionali vere e proprie, come sponsor, allenatori, proprietari di squadre. Questo settore in crescita, poi, ha sviluppato un mondo tutto nuovo, fatto di communication manager, content creator, influencer, reporter e event manager, tutte figure professionali che hanno contribuito ulteriormente alla sua crescita.

Il settore professionistico 
La crescita di interesse attorno al mondo E-Sport ha aggiunto all’aspetto di puro gaming uno più professionale: nei giochi di simulazione sportiva, ad esempio, si è ormai diffusa tra i club di tutto il mondo la pratica di creare un proprio team, con un giocatore professionista che li rappresenti nelle varie manifestazioni internazionali. Questo ha portato alla nascita anche di figure del tutto nuove, come allenatori e addetti ai lavori che hanno il solo scopo di rendere sempre più performante il mondo E-sport. In questo senso, esattamente come succede già da qualche anno negli sport “reali”, l’uso e l’analisi dei dati ha assunto sempre più importanza: l’uso dei big data, che permettono di avere un quadro preciso e puntuale su quelli che siano i punti di forza e i settori da migliorare del gioco, ha avuto una grande diffusione. Negli ultimi tempi si sono sempre più sviluppati software in grado di raccogliere tutte le informazioni sulle partite e creare delle analisi dettagliate per ogni giocatore, fornendo anche suggerimenti su come migliorare. Si tratta di un vero e proprio assistente personale che prende informazioni sulle sessioni di gaming e le trasforma in dati da confrontare e analizzare. Altre piattaforme invece basano le loro analisi sugli studi comparati tra i vari giocatori in modo da fornire una strategia vincente per avere la meglio nella partita: potremmo definirle uno smart coach che, raccogliendo dati su più giocatori, può compararli così da evidenziarne i punti di forza e debolezza, allo scopo di orientare la strategia da adottare per uscire vincitore dalla propria partita. Tutto questo perché il mondo degli e-sport legati al professionismo è in continua crescita e ha ormai abbracciato gli interessi delle più grandi leghe sportive del mondo, che si sono ormai dotate di una propria competizione simulata in versione digitale. 

Postazione da gaming con tanti schermi

Il settore dilettantistico
In questo contesto di grande interesse e crescita del mondo e-sport, il suo aspetto “primordiale”, quello legato al puro gaming, resta ancora fondamentale. Le modalità di gioco, che vanno da quelli in prima persona al multi player, passando per i giochi che si basano sull’uso delle strategie a quelli in modalità “battle royale” (un tutti contro tutti in cui uno solo vince) sono ancora quelle che catturano i maggiori interessi. Proprio per parlare a questo pubblico di dilettanti, gli e-sport hanno sviluppato una grossa quantità di servizi che permettono a tutti di interagire e di allenarsi, esattamente come solitamente avviene nelle forme più tradizionali. Non è un caso che il grosso picco di interesse verso questo mondo si sia registrato durante i mesi della pandemia in cui anche i più basici aspetti della socialità erano negati. Ci sono piattaforme di training online - al momento legate soprattutto a sport come la corsa o il ciclismo - che simula, rimanendo all’interno della propria casa, un allenamento esterno, in gruppo come singolarmente. Il software ricrea, sul proprio pc, smartphone o tablet, l’ambientazione esterna, e raccogliendo le prestazioni del proprio allenamento, le confronta e le condivide con i compagni. Questo contribuisce alla creazione di una community di individui, accomunati dalle stesse passioni ed interessi verso il mondo sportivo, che sono in grado di allenarsi e confrontarsi insieme, anche se lontani fisicamente. L’applicazione, in questo modo, registra tutti i dati della propria prestazione e riesce a cancellare la reale distanza con gli altri. Nonostante la grande crescita di attenzione, anche da parte delle istituzioni sportive, sul mondo E-sport, il suo lato più ludico resta anche il segmento più ricercato e più capace di attirare nuovi giocatori. 

Il settore comunicativo 
Dato il grande interesse attorno al mondo e-sport, chiaramente anche tutti gli aspetti della diffusione e della produzione degli eventi hanno subito una forte crescita. Sono nate nuove figure professionali che hanno il compito di occuparsi unicamente della promozione e del marketing attorno a questo settore: stiamo parlando di Communication manager, content creator, influencer, reporter ed event manager. Il segreto della grande diffusione e costante crescita del mondo e-sport sta nella sua capacità di creare interattività con il pubblico: rispetto agli sport tradizionali, chi guarda può essere parte attiva dell’evento e non un semplice spettatore. Tutti i più famosi gamer del mondo diffondono i loro incontri su piattaforme di streaming come Facebook, YouTube e Twitch, che fungono da cassa di risonanza per queste situazioni. Si crea così un pubblico molto attento e interessato che ha la possibilità di seguire e interagire con i protagonisti. Proprio seguendo questa particolarità, si sono sviluppati software che hanno lo scopo di rendere sempre più immersiva non solo l’esperienza di gioco ma anche quella da spettatore. Esistono start up che hanno ideato un sistema con il quale chi guarda ha la possibilità di interagire in prima persona con il giocatore, arrivando addirittura a poter decidere di aiutarlo e influire così sul risultato finale del match. Questo vuol dire mettere mano attivamente alla partita; non solo, anche l’esperienza visiva può essere adeguata alle proprie preferenze, decidendo di seguire un singolo giocatore o restringere e allargare la mappa di gioco. Il pubblico cambia quindi il proprio paradigma, passando da essere passivo a partecipante attivo alla gara, con un potere decisionale in grado di influenzarne gli esiti. Altri software invece hanno la capacità di selezionare i momenti più interessanti della partita e creare autonomamente degli highlight, che a loro volta sono personalizzabili dagli utenti. Lo sviluppo del mondo degli E-sport, che ormai si sta avvicinando sempre di più a quello degli sport tradizionali, porta con sé anche nuovi spunti ed opportunità di crescita dal punto di vista promozionale e di marketing: da qui nasce l’esigenza di tecnologie in grado di raccogliere dati relativi al pubblico, alla sua tipologia, quantità e comportamento, che vengono poi rivenduti alle grandi aziende ed alle leghe sportive, al fine di utilizzarli a fini promozionali. Anche l’interazione, attentamente registrata e analizzata, diventa materia di marketing, fornendo importanti informazioni per la vendita di spazi pubblicitari e suggerire ai team e agli sponsor nuove strategie

 

 

Vuoi saperne di più? Contattaci

洞察

Related Insights

Vuoi saperne di più?

Contattaci