Zero Trust Identity: che cos’è e come implementarlo in 3 step fondamentali | NTT DATA

ven, 21 ottobre 2022

Zero Trust Identity: che cos’è e come implementarlo in 3 step fondamentali

Leggi il whitepaper per scoprire le caratteristiche dell’approccio Zero Trust, i suoi vantaggi e perché è un importante alleato per la sicurezza.

Richiedi il whitepaper

Un alleato fondamentale per la sicurezza informatica in azienda

Il lavoro da remoto, nonostante sia un alleato efficace per garantire la continuità aziendale, amplia la portata delle attività che hanno per oggetto la gestione dei dati, oltre che informazioni e comunicazioni aziendali, costringendo così le aziende stesse e i propri dipendenti a raddoppiare gli sforzi per proteggerle.

Inoltre, lo smart working si è diffuso anche tra utenti con poca o nessuna formazione in termini di cybersecurity, dando il via a una rapida e improvvisa Digital Transformation e, allo stesso tempo, aumentando i rischi per la sicurezza.


La sicurezza Zero Trust risponde proprio all’esigenza di difendersi dalle minacce informatiche in un contesto sempre più complesso: presuppone non tanto che gli attori, i sistemi o i servizi che operano all’interno del perimetro di sicurezza debbano essere automaticamente affidabili, quanto invece la verifica di tutto ciò che cerca di connettersi prima ancora di concederne l’accesso.


I principali argomenti inclusi nel whitepaper di NTT DATA

Leggi ora il whitepaper per saperne di più su:

Cos'è lo Zero Trust Approach

e come si differenzia da un approccio tradizionale

Zero Trust Approach: da dove partire

Tutti i passi da compiere per applicare un approccio corretto

Maturity Model

Come estendere lo Zero Trust Approach a tutto il patrimonio digitale dell'azienda

Zerotrust_Blue_Locked_Cybersecurity

Report - 20 min read

Leggi lo studio

Scopri i vantaggi dell'approccio alla sicurezza Zero Trust

Richiedi il whitepaper

最新情報

Latest Insights

Vuoi saperne di più?

Scrivici!