Con il progetto "Coding nelle scuole", i ragazzi | NTT DATA

mer, 27 novembre 2019

Come pilotare un drone con Scratch? NTT DATA lo insegna ai ragazzi

Alla Scuola Secondaria di Primo Grado Sabatini di Roma, il progetto “Coding nelle scuole” propone una prova pratica di robotica

Giocare è sempre il modo più coinvolgente ed efficace per insegnare ai bambini e ai ragazzi: comunicare alle nuove generazioni le potenzialità della robotica e della programmazione ad oggetti costruendo un piccolo “piano di volo” riesce a coinvolgerli ed appassionarli, fissando meglio nella loro memoria i nuovi concetti  e stimolando la loro curiosità e il desiderio di approfondire. 
Se poi, oltre a creare un gioco sul computer con Scratch, si ha anche la possibilità di far volare “indoor” un mini drone da 85gr, centrare l’obiettivo diventa ancora più semplice e d’impatto.

Il 27 novembre, Michele Mirelli, Project Manager in NTT DATA e pilota certificato di droni, presso l’Istituto Comprensivo Matteo Ricci - Scuola Secondaria Sabatini di Roma, tiene la prima lezione del progetto NTT DATA – Coding nelle scuole dedicata alla programmazione del volo di un mini-drone di classe “inoffensiva” (sotto i 250gr). 

Si tratta di un piccolo drone creato apposta per il mondo educational: la sua particolarità consiste nel fatto che, per farlo funzionare, i ragazzi devono programmarlo, utilizzando linguaggi già impiegati nei corsi scolastici di programmazione, come Scratch, Swift e Python. E’ un ottimo strumento didattico, che si rivolge agli studenti dalla Scuola Primaria e alla Secondaria di Primo e Secondo Grado, con opzioni adatte sia ai principianti che ai più esperti. 

Programmando il drone, i ragazzi apprendono, divertendosi, nozioni sul volo dei droni (SAPR - Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto), di fisica (portanza, stallo, velocità, accelerazione, etc.), di elettronica e di normative sul suo corretto utilizzo (ENAC SAPR), oltre ad esercitarsi con nuovi script di programmazione Scratch

 
 
 
 
 
 
 
 

Vuoi saperne di più?

Scrivici!