Il ruolo dell’IoT nelle assicurazioni sanitarie: 4 trend nel mondo post Covid-19 | NTT DATA

mar, 12 gennaio 2021

Il ruolo dell’IoT nelle assicurazioni sanitarie: 4 trend nel mondo post Covid-19

Assistenza, dati, wellness: ecco alcune opportunità portate dalla trasformazione digitale del settore assicurativo

A cura di Angelo Di Giulio, Engagement Manager Consulting

La pandemia da Covid-19 ci ha ricordato quanto la salute sia un bisogno primario nelle nostre vite. L’epidemia ha portato al centro dell’attenzione mediatica i limiti del servizio sanitario nazionale che, a fronte di costanti tagli alla spesa pubblica, ha ridotto la sua presenza sul territorio a detrimento dei tempi e dell’accessibilità alle prestazioni medico-diagnostiche. Non sorprende dunque che, nel 2019, 7 italiani su 10 abbiano dovuto mettere mano al portafogli per curarsi.
Tuttavia, nonostante la spesa privata cresca di anno in anno, solo il 4% degli italiani ha un’assicurazione sanitaria. Le compagnie assicurative, infatti, intercettano una quota marginale di un mercato che è in realtà in forte espansione: l’invecchiamento demografico richiede prestazioni, cure e strutture cliniche cui il sistema pubblico non è più in grado di sopperire se non in regime di solvenza. Inoltre, una sempre più diffusa attenzione al wellness fa emergere la domanda di servizi collaterali in ambito food, fitness, personal care e prevenzione, atti a promuovere la salute e a ridurre l'incidenza delle malattie.
In tale contesto socio-demografico, le limitazioni dovute alla crisi pandemica (in termini di mobilità e accesso ai servizi) hanno reso più evidenti alcuni comportamenti e bisogni emergenti dei consumatori, accelerando la trasformazione digitale del settore assicurativo. Per essere competitive sul mercato, le assicurazioni stanno trasformando il proprio business model migrando da un approccio tradizionale, basato sui prodotti, ad uno customer-centric: l’obiettivo è incrementare la customer satisfaction creando un’offerta al di là dei tradizionali servizi assicurativi.

Negli ultimi anni, l’Internet of Things (IoT), e la sua estensione in ambito medico, l’Internet of Medical Things (IoMT), si é affermata come potente leva tecnologica per il monitoraggio, la prevenzione e l’assistenza sanitaria. Attraverso dispositivi connessi (wearable e non wearable), è possibile rilevare informazioni utili a prevenire sinistri e a valutare con precisione il rischio assicurativo; si possono inoltre incrementare le interazioni col cliente e agevolare la relazione tra servizi offerti core (sempre più personalizzati e on-demand) e prestazioni sanitarie (non core).

Ma quali sono i trend di mercato che il Covid-19 ha esasperato e che le assicurazioni devono considerare sfruttando il potenziale dell’IoT?

Assistenza da remoto
Il sovraffollamento degli ospedali e il distanziamento sociale causati dal Covid-19 hanno promosso nuovi canali e modalità di erogazione delle prestazioni mediche e digitalizzato la comunicazione dei dati sanitari. L’e-health ha dimostrato quanto le tecnologie informatiche e di telecomunicazione possano agevolare la gestione della salute rendendo possibile la diagnostica da remoto (telemedicina).

Dati in tempo reale
Il Covid-19 ha reso palese che la tempestività è alla base dell’efficacia di una terapia. Grazie a dispositivi mobili e connessi (m-health) è possibile raccogliere in tempo reale informazioni aggiornate sullo stato di salute per fini diagnostici, monitorare l’andamento dei parametri vitali, attivare campagne di prevenzione, ottimizzare e personalizzare i trattamenti migliorando ad un tempo l'assistenza e il servizio ai clienti.

Interazione col paziente
Sentirsi soli è l’esperienza più traumatica per chi ha problemi di salute. L’utilizzo di applicazioni clinico-mediche su smartphone o tablet facilita la comunicazione diretta e istantanea coi professionisti e permette all’utilizzatore di accedere a funzioni di coaching, counseling, informative e a reminder di visite di controllo o per l’assunzione della terapia. La digital transformation può snellire e semplificare processi quali la prenotazione di analisi e visite specialistiche, la comunicazione dei referti diagnostici, la richiesta di ricette mediche, l’acquisto dei medicinali.

Wellness on-the-go
Il wellness è concepito come esperienza unica che permea ogni aspetto della quotidianità: abitudini alimentari, attività sportive, cura personale. In tal senso diventa fondamentale poter gestire il proprio benessere in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento della giornata. L’utilizzo di dispositivi connessi rende ciò possibile tracciando e monitorando le abitudini dell’utente e, sulla base di queste informazioni, promuovendo attività integrative personalizzate e comportamenti atti a migliorarne lo stile di vita.

Alla luce di quanto sopra riportato, le compagnie assicurative hanno quindi l’opportunità di innovare ed espandere la propria offerta salute al di là del business tradizionale: sfruttando l’IoT come driver tecnologico le assicurazioni possono posizionarsi in maniera strategica all’interno di ecosistemi salute a patto di focalizzarsi sui sui trend emergenti di mercato.


Vuoi saperne di più?

Contattaci