Si conclude l’Harmonic Innovation Week | NTT DATA

ven, 20 settembre 2019

Harmonic Innovation Week, si conclude la settimana dedicata all’umanesimo digitale

Federico Rampini, noto scrittore e giornalista, conclude la NTT DATA Harmonic Innovation Week a Castrolibero (CS)

Federico Rampini, noto scrittore e giornalista, conclude la NTT DATA Harmonic Innovation Week a Castrolibero (CS)
Il centro storico di Castrolibero si è trasformato in “Villaggio dell’Innovazione” nel quale generare nuove idee per il futuro



Milano, 20 settembre 2019 – Si conclude stasera nell’anfiteatro di Castrolibero, in provincia di Cosenza, l’NTT DATA Harmonic Innovation Week, un concept di Oltre Open Innovation Hub e Università della Calabria, in partnership con la Fondazione Bruno Kessler e con l’Advisory Strategico di Entopan. 

Alle ore 19.00 si inaugura ufficialmente per tutto il pubblico e i cittadini l’Innovation Avenue: una strada nel centro storico del borgo, nella quale gli innovatori entrano in contatto diretto con i cittadini attraverso dimostrazioni, esperienze interattive e momenti divulgativi.

L’iniziativa, che si è tenuta nel centro storico di Castrolibero, ha riscosso un enorme successo di presenze: 5 giorni densi di attività, incontri con il pubblico, eventi culturali, interventi di personaggi di spicco della cultura italiana e internazionale, sono stati i protagonisti del successo dell’Harmonic Innovation Week. Il Centro Storico di Castrolibero si è trasformato in “Villaggio dell’Innovazione” in cui startup, innovatori, centri di ricerca, mentori, grandi player dell’industria, nonché investitori privati e istituzionali si sono incontrati per generare nuove idee per il futuro.

«Siamo felici e onorati di aver ospitato, nel nostro piccolo borgo calabrese, l’NTT DATA Harmonic Innovation Week. Le sfide del futuro - afferma Giovanni Greco, Sindaco di Castrolibero - non riguardano solo la capacità di innovare le tecnologie ma anche e soprattutto la possibilità di ricomporre la distanza tra i cittadini e la cultura scientifica. Un design tecnologico centrato sulla persona presuppone un coinvolgimento delle comunità locali e della società civile. L’iniziativa è un segnale importante per la Calabria e per l’Italia. Se Milano è la capitale tecnologica del Paese, l’Italia è il paese che, come pochi, presenta una varietà, una ricchezza e una coesistenza di aree metropolitane, aree interne e centinaia di piccoli borghi di valore. Il messaggio dell’Harmonic Innovation week è che bisogna puntare su una innovazione aperta, che migliori la qualità della vita delle persone e dei territori, in maniera coesa e integrata.»

«Il nostro obiettivo è quello di contribuire concretamente all’affermarsi di uno sviluppo tecnologico che ponga al centro la persona umana, favorendo l’incontro e la collaborazione tra diversi soggetti coinvolti nella filiera dell’innovazione per creare un nuovo ecosistema integrato» afferma Giorgio Scarpelli, Senior Vice President e Chief Technology Officer & Innovation di NTT DATA Italia.

«La settimana dell’innovazione, che si è svolta dal 16 al 20 settembre a Castrolibero, fa parte di un nuovo paradigma che abbiamo definito Harmonic Innovation – ha dichiarato Francesco Cicione, CEO di Entopan - che amplia i contenuti dell’Open Innovation, rielabora la co-creazione di soluzioni innovative centrate sulla persona, sui valori legati al territorio, al patrimonio sociale e culturale delle comunità, con un approccio multidisciplinare, nella sintesi tra scienza e sapienza, e con una forte attenzione agli impatti etici dell’innovazione.»

Gino Mirocle Crisci, Rettore Università della Calabria, ha dichiarato: « Il village è stato un grande esperimento di creazione di valore, ponendo nello stesso “reattore” un borgo stupendo, dei player a livello globale, una importante Università e un provider di innovazione. L’auspicio è che “la reazione” creativa possa proseguire, e per questo stiamo lavorando, potenziando la vocazione per l’innovazione che la regione già parzialmente esprime, affiancando l’asset della ricerca a quelli più tradizionali e storici».

Durante la manifestazione 9 startup innovative, selezionate dall’Harmonic Innovation Contest su un panel di circa 70 partecipanti, hanno presentato il proprio modello di business e la propria value proposition ad una platea di esperti, stakeholders e investitori istituzionali. Le startup selezionate (VirtuItaly, Reset, Innoflex, Macingo, Arcon, Mediaclinics, Altilia, ErreQuadro, ShieldIOT) hanno proposto soluzioni tecnologiche innovative negli ambiti Data & Intelligence, Internet of Things, Customer Experience, Cybersecurity & Blockchain, Intelligent Automation, IT Optimization. 

La conclusione dei lavori è a cura di un comitato di esperti che valuterà le proposte emerse durante l’Harmonic Innovation week, costituito da Diego Teloni, Network Advisor di Oltre Open Innovation Hub, e dai professori Piero Dominici dell’Università di Perugia, Gianluigi Greco dell’Università della Calabria, Andrea Bonaccorsi dell’Università di Pisa.
Chiuderà la kermesse l’intervento conclusivo del noto scrittore e giornalista Federico Rampini.


___________________________


NTT DATA Italia
NTT DATA Italia è parte della multinazionale giapponese NTT DATA, uno dei principali player a livello mondiale nell’ambito della Consulenza e dei Servizi IT. Digitale, Consulenza, Cyber Security e System Integration sono solo alcune delle principali linee di business. La nostra missione è creare valore per i nostri clienti attraverso l’innovazione. NTT DATA conta su una presenza globale in oltre 50 paesi, 118.000 professionisti e una rete internazionale di centri di ricerca e sviluppo a Tokyo, Palo Alto e Cosenza. NTT DATA è presente in Italia con oltre 3000 dipendenti e 8 sedi: Milano, Roma, Torino, Genova, Treviso, Pisa, Napoli e Cosenza.
 

Contatti per la stampa:

Sara Bianchi +39 335 7860287 - sara.bianchi@nttdata.com
Giorgia Bazurli Comin & Partners +39 349 2840676 - giorgia.bazurli@cominandpartners.com

 

***

OLTRE OPEN INNOVATION HUB

Oltre Open Innovation Hub è un hub di Open Innovation che intercetta i fabbisogni di innovazione di imprese e territori, elabora le soluzioni più efficaci e le implementa orientando processi, prodotti e modelli di sviluppo. Coordina una rete specializzata di provider di innovazione, leader negli ambiti della Consulenza Strategica, della Comunicazione, dell’Innovazione Sociale, dell’ICT e della Digital Transformation. Oltre Open Innovation Hub opera su diverse scale dimensionali: dalla pre-incubazione, all’incubazione e accelerazione di start-up e imprese.

 

Contatti stampa: 

Raffaele Del Monaco +39 351 8517170 - raffaele.delmonaco@entopan.com


***
UNICAL
Fondata nel 1972, vanta circa 30.000 studenti iscritti, posizionandosi tra le principali istituzioni accademiche nazionali. L’ateneo si estende per circa 200 ettari sulle colline di Arcavacata di Rende (CS), e rappresenta uno dei pochi “Campus” italiani, all’interno del quale gli studenti vivono e studiano. Secondo la classifica stilata dal Censis nel 2018 l’Università è seconda tra i grandi atenei statali italiani.

 

Contatti stampa:

Rosita Gangi (Portavoce del Rettore) +39 0984 496724 – rosita.gangi@unical.it


***
ENTOPAN
Entopan è un provider integrato di innovazione. Progetta e realizza percorsi di accelerazione e integrazione per start-up, imprese e organizzazioni sociali, supportandole in ottica di Open Innovation e Digital Transformation. Utilizzando un approccio multidisciplinare che sintetizza scienza e sapienza, discipline tecniche e umanistiche, Entopan costruisce network intelligenti che generano idee innovative, valorizzano il capitale umano e migliorano le performance. Opera su più livelli: Advisory, Finance, ICT, Communication & Multimedia.

 

Contatti stampa:

Gennaro Di Cello +39 348 5660101 - gennaro@entopan.com


***
COMUNE DI CASTROLIBERO
E’ un comune italiano di 9.713 abitanti della provincia di Cosenza in Calabria. Lo sviluppo edilizio degli ultimi 30 anni con una conseguente conurbazione col capoluogo, ha reso la località calabrese un moderno centro prettamente residenziale dell'area urbana cosentina. Il centro storico dista pochi km da Cosenza ed è posto in cima ad un colle che appartiene al versante più orientale della Catena Costiera. Si chiamò Castelfranco (in dialetto Castrufrancu) fino al 1863. Si scelse il nome "Castro-libero". La motivazione di quel nome data dal Decurionato fu la seguente: per l'orizzonte "libero" che si gode dal monte (panorama) e per le libere istituzioni del Re galantuomo Vittorio Emanuele II.

 

Contatti stampa:

Rino Trobia +39 0984 858029 – staff@comune.castrolibero.cs.it

 


Vuoi saperne di più?

Scrivici!