Come cambierà l’interazione con la banca con | NTT DATA

mar, 19 febbraio 2019

Come cambierà l’interazione con la banca con l’avvento dell’AI?

Pietro Scarpino interviene alla giornata di approfondimento sull’Intelligenza Artificiale in banca organizzata da ABI Lab

“Intelligenza artificiale in banca” è il titolo della giornata di approfondimento organizzata da ABI Lab il 21 febbraio a Milano, alIo scopo di raccogliere esperienze e stimolare un confronto interattivo su principali tecnologie abilitanti, driver di trasformazione dei processi gestiti, prospettive di evoluzione delle logiche di servizio e nuove sfide legate alle opportunità di valorizzazione delle informazioni.
 
Nella sessione “L’intelligenza artificiale per le piattaforme di servizio e assistenza”, in cui si discutono soluzioni basate su tecnologie di Intelligenza Artificiale che possono affiancarsi alla componente umana per disegnare nuovi modelli di interazione con il cliente,  come assistenti virtuali, Robo–Advisor, Chatbot, etc., si colloca l’intervento di Pietro Scarpino, responsabile della Service Line AI, IoT and VR di NTT DATA.

Partendo dal racconto di una sua esperienza, Scarpino parla della profonda trasformazione che, con l’avvento dell’AI, interesserà l’interazione con la banca: una visita a Tokyo presso una banca che, per accogliere i clienti, utilizza Sota, il robot interattivo NTT DATA, è il punto di partenza per approfondire il tema dell’AI utilizzata per il caring, per il training dei dipendenti e per l’automatizzazione dei processi interni.  
Obiettivo? Dimostrare che, per trarre effettivi vantaggi dall’AI, occorre rivedere tutti i sistemi nel loro insieme e nella loro complessità e non può essere sufficiente il solo utilizzo dei chatbot.

Per maggiori dettagli e per consultare il programma completo della giornata:
Intelligenza Artificiale in banca

21 febbraio 2019
Centro Congressi ABI
via Olona 2, Milano

 

 

 


Vuoi saperne di più?

Scrivici!