Coding nelle scuole: un modello di progetto per l’inclusione | NTT DATA

lun, 04 giugno 2018

NTT DATA – Coding nelle scuole: un modello di progetto per l’inclusione

Nella Vulcano presenta la nostra iniziativa al convegno “I disturbi del neurosviluppo: la presa in carico in età evolutiva. Buone pratiche a confronto”

L’intervento NTT DATA

Nella Vulcano, Senior Consultant della Business Line Consulting NTT DATA, è invitata il 15 giugno a Roma al convegno “I disturbi del neurosviluppo: la presa in carico in età evolutiva. Buone pratiche a confronto”, per parlare della nostra iniziativa Coding nelle scuole e, in particolare, del progetto che sta svolgendo con l’IC Borgoncini Duca. Il suo intervento si inserisce nella sezione del convegno “La  scuola: le risorse mancano ma le idee no!” e ha come titolo “Quante risorse sono necessarie per una inclusione sufficientemente buona?”.

Con Patrizia Capobianco, docente IC Piazza Borgoncini Duca e tutor AID (Associazione Italiana Dislessia), Nella Vulcano tratta di come, attraverso le nuove possibilità offerte dal coding e dalla robotica, si riesca a creare una didattica di effettiva inclusione, che oltrepassa le barriere create dalla diversità nelle sue svariate forme. La robotica in particolare, infatti, si dimostra un valido supporto alla formazione innovativa e inclusiva anche nel caso di alunni diversamente abili. 

Come esempio specifico di progetto dedicato al tema diversità e inclusione, viene raccontato quello realizzato dall’IC Borgoncini Duca in collaborazione con l’UNESCO, che ha coinvolto i nostri laboratori di coding per valorizzare la diversità nelle sue varie forme attraverso un lavoro interdisciplinare tra gli insegnanti. 

Il Convegno 

Il convegno “I disturbi del neurosviluppo: la presa in carico in età evolutiva. Buone pratiche a confronto” si tiene il 15 e 16 giugno a Roma, presso il centro di riabilitazione Casa Santa Rosa. 

E’coordinato da Fabio Bocci, Professore Associato di Pedagogia e Didattica Speciale presso l’Università Roma Tre, e si propone di approfondire, attraverso i numerosi contributi di esperti di neuropsichiatria, neuropsicologia e logopedia infantile, operatori del settore sanitario e rappresentanti della Pubblica Amministrazione e del mondo accademico, temi di grande rilievo e attualità legati ai disturbi del neurosviluppo in età evolutiva e, soprattutto, di mettere in evidenza attraverso un confronto proficuo quali possono essere le soluzioni più efficaci per contrastarli.

Il Centro di riabilitazione Casa Santa Rosa

La Casa Santa Rosa è un centro di riabilitazione, riconosciuto dal Sistema Sanitario Nazionale, che si occupa del recupero e della riabilitazione funzionale di utenti con disabilità intellettive e disabilità dello sviluppo. A tal fine, offre servizi di tipo residenziale (gruppi-famiglia e laboratori riabilitativi polivalenti) e semi-residenziale (centro diurno), riservati all’utenza femminile di età giovane-adulta ed adulta e servizi di tipo non-residenziale (ambulatorio), rivolti all’età evolutiva.

Per approfondire e iscriversi all’evento: Convegno Casa Santa Rosa

15-16 giugno

Teatro di Casa Santa Rosa 

Via Talarchiana, Roma


Vuoi saperne di più?

Scrivici!