Questo sito non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Questo sito consente l’invio di cookie di “terze parti”. Per maggiori informazioni sull’utilizzo dei cookies e su come disabilitarli o se s’intenda acconsentire o rifiutare l’utilizzo di cookie di terze parti si prega di accedere a questo http://emea.nttdata.com/it/footer-menu/informativa-cookie/it/index.html. La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un suo elemento (ad esempio cliccano su un’immagine o un link) comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookies.

Security Intelligence e Data Analytics CIO Meeting

Incontro organizzato da NTT DATA e Net Consulting Cube per fare il punto sui trend delle minacce informatiche nel mondo e sulle evoluzioni del mercato

CIO Meeting sulla Security Intelligence e i Data Analytics

Il 30 novembre, presso l’hotel Hotel Eden Dorchester Colletion a Roma, NTT DATA e Net Consulting Cube organizzano un momento di dibattito e confronto per condividere le esperienze del gruppo NTT, con focus sulla Security Intelligence, sulla gestione di incidenti e delle violazioni per scoprire le evoluzioni e le innovazioni del mercato.

In un momento come quello attuale, in cui l’esplosione di nuove tecnologie offre alle aziende l’opportunità di innovare modelli operativi e servizi offerti, la cybersecurity costituisce un elemento cruciale nella strategia aziendale.

I relatori, esperti di primaria rilevanza del campo della cybersecurity

Dopo il benvenuto, a cura di Walter Ruffinoni, Amministratore Delegato NTT DATA Italia, ospite d’eccezione è Steven Bullitt, VP Global Threat Intelligence and Incident Response NTT Security, che apre la conferenza con la presentazione dal titolo “Unreveal the view on the global threats landscape”.

Il focus dell’intervento è sull’attuale panorama delle minacce informatiche, su come i malintenzionati riescano a trarre vantaggio dalle infrastrutture aziendali e dai dipendenti e sul sistema Crime as a Service (CaaS), rilevando che i crimini senza frontiere dovranno necessariamente rendere senza frontiere anche le soluzioni di sicurezza e mettendo in evidenza i rischi individuali.

Prendono poi la parola esperti di primaria importanza nel settore della cybersecurity, tra cui:

Gianluigi Scorza, Responsabile dell’innovazione normativa Team per la trasformazione digitale, con l’intervento “Le policy per la cybersecurity: le sfide e i limiti”;

Dolman Aradori, VP Security NTT DATA Italia, con lo speech “Il ruolo dei partner del futuro nella cybersecurity”.

Lo scenario del recente studio NTT Group

Dal Global Threat Intelligence Report 2017 del gruppo NTT, che mette in luce le tendenze delle minacce informatiche nel mondo con il loro impatto sulle organizzazioni, emerge che Il 77% degli attacchi di ransomware avvengono in quattro industrie: professional services 28%, pubblica amministrazione 19%, sanità 15%, retail 15%. L’industria Finance è quella più soggetta agli attacchi in tutte le 6 regioni geografiche analizzate, mentre il Manufacturing è quella più attaccata in 5 delle stesse 6 regioni. Il 73% di tutti i malware inviati ad aziende e organizzazioni sono tentativi di phishing.

L’utente finale può risultare un concreto pericolo per l’infrastruttura aziendale, data l’iperconnettività dei device utilizzati a cavallo tra vita privata e ambiente di lavoro.

Oggi il pericolo per le aziende non arriva solo dalle singole persone (in questo caso i dipendenti) ma anche dagli interlocutori con le quali essa interagisce (fornitori, partner, collaboratori etc). Diventa più semplice infatti entrare in un sistema protetto, passando attraverso un “anello debole della catena”.

30 novembre, dalle h 16.30
Hotel Eden Dorchester Collection
Via Ludovisi 49, Rome

 

Archivio

Innovazione è una parola che si usa sempre più spesso, ma cosa vuol dire davvero?Walter Ruffinoni ci spiega il suo punto di vista. Guarda il video